Botanix – la rivista sulle piante

Botanix edizione italiana

Palma Parajubaea torallyi

Parajubaea torallyi è una delle più belle e delle più resistenti palme dell’America meridionale. Il suo nome non vi dice nulla? Non c’è da meravigliarsi! In Europa s’importa molto raramente a causa dei grandi semi (e per le conseguenti spese di trasporto). E al di fuori della Bolivia v’incontrerete soltanto raramente con questo tipo di palma…

Lunedì 8.6.2009 14:46 | stampa | Palme

Palma resistenti al gelo - palma istrice (Rhapidophyllum hystrix)

La palma istrice (Rhapidophyllum hystrix) è una delle specie di palma più resistenti al gelo di tutto il mondo e insieme l’unica specie del genere monotipico Rhapidophyllum. In natura cresce in zone paludose nel Sud-Est degli Stati Uniti. Grazie alla sua resistenza al freddo e al gelo fino a –20°C, è indicata per la coltivazione all’aperto anche nelle nostre condizioni climatiche. Alle sue buone qualità si aggiunge la bassa altezza (palma nana, max.1–3 m) e il tronco con copiose spine nere.

Venerdì 5.6.2009 08:08 | stampa | Palme

Coltiviamo il fungo ostrica (Pleurotus ostreatus)

Il fungo ostrica (Pleurotus ostreatus) sta conquistando una popolarità maggiore dei prataioli (champignon). In confronto a loro ha un gran vantaggio – lo scambio con l’Amanita phalloides (nota anche come Tignosa verdognola) è escluso.

Il fungo ostrica è ricco di vitamine, aminoacidi e sali minerali che proteggono il corpo umano dalle azioni delle sostanze tossiche. Aiuta l’abbassamento di colesterolo nel sangue. È un alimento a basso valore energetico, per questo è adatto nelle diete dimagranti. Si suppone che abbia anche effetti antitumorali.

Venerdì 5.6.2009 07:05 | stampa | Funghi

Come falciare il prato correttamente?

Per avere un prato folto e rigoglioso è necessario falciarlo con regolarità. Nessun abete o pino danno una bella impressione se intorno a loro c’è un prato deperito. Per falciare il prato vale la regola di accorciarlo di 1/3 dell’altezza iniziale. Questo significa che un prato alto 6 cm lo tagliamo per avere un’altezza di 4 cm. Comunque l’altezza ottimale è di 2–3 cm. Se lo tagliate troppo in basso, c’è il rischio che il prato secchi. Se volete avere un prato bassissimo a tutti i costi, non dimenticatevi di annaffiarlo molto bene dopo la falciatura (almeno 10–15 litri d’acqua per 1 m²).

Giovedì 4.6.2009 17:04 | stampa | Prato

Piante carnivore – semina e consigli

foto

Pinguicula balcanica

I semi delle piante carnivore mantengono la loro capacità di germinare solo per poco tempo. Già dopo un anno è, per molte specie, scadente. Per questo bisogna seminare i semi ancora freschi, appena li riceverete.

Giovedì 4.6.2009 16:02 | stampa | Carnivore, Istruzioni per la coltivazione

Pagine: 1-5 6-10 11-15 16-20 21-25 26-27

KPR si presenta

Loggo della KPR - Club dei Giardinieri Slovacchia
KPR - Club dei Giardinieri è un’associazione volontaria dei giardinieri di tutto il mondo. Leggere...
Condividi le tue esperienze come coltivare le piante. Scrivi un articolo su questo web!